Normativa bici elettriche 2019

Normativa biciclette elettriche: le regole per circolare in sicurezza rispettando la legge

Sono in molti a chiedersi quali siano le regole per circolare con la propria bicicletta elettrica. Soprattutto in questo momento in cui si sovrappongono voci e anticipazioni su monopattini, hoverboard e in generale sulla circolazione dei mezzi elettrici nelle nostre città, c’è molta curiosità attorno al tema della normativa sulle biciclette elettriche. In molti si chiedono, ad esempio, quanto è differente la normativa di riferimento relativa alle bicilette elettriche rispetto a quella prevista per le normali biciclette.

Se hai acquistato una bicicletta elettrica o sei in procinto di acquistarne una, e hai dubbi su quali siano le regole per circolare in strada, ti suggerisco di dare un’occhiata a questo articolo. Troverai i riferimenti di legge e le relative spiegazioni, che ti aiuteranno a capire se sei in regola o cosa devi fare per metterti in regola con la tua bicicletta elettrica.

Differenza tra bici elettrica a pedalata assistita e ciclomotore

differenza tra bici elettrica e ciclomotore

Intanto devi capire quando la tua bici può essere considerata una bicicletta elettrica e quando invece va considerata un ciclomotore a tutti gli effetti. La domanda sembra banale ma è necessaria perché dalla risposta dipenderà quali siano le disposizioni a cui attenersi.

Per capire questa prima differenza, oltre a chiederlo al tuo rivenditore di fiducia che saprà darti una definizione molto precisa di quale tipo di mezzo stai acquistando basta osservare un semplice dettaglio:

In un’autentica bicicletta elettrica a pedalata assistita, il motore deve entrare in funzione solo dopo che il passeggero iniza a pedalare, altrimenti il nostro veicolo risulta a tutti gli effetti un ciclomotore e quindi con l’obbligo di avere la targa, il certificato di circolazione e l’assicurazione.

Questa differenza è molto importante perché ovviamente cambiano radicalmente le regole.

Il problema ovviamente non si pone tanto per distinguere una bicicletta elettrica da un classico motorino, quanto invece per non cadere nell’errore di acquistare una speedbike invece di una bicicletta elettrica. Si tratta di bici elettriche in commercio in altri Paesi, ma volendo acquistabili anche in Italia.

Che cosa sono le speed bike?

Vediamo adesso che cosa sono le speed bike e in che cosa si differenziano dalle biciclette elettriche.

Si tratta di biciclette con pedalata assistita supportate da motori superiori ai 250 kw di potenza e che permettono di raggiungere i 45 km/h. Quindi si tratta di mezzi che in Italia vengono considerati a tutti gli effetti dei ciclomotori elettrici e, come tali, sono sottoposti a tutti gli obblighi previsti per i motorini: casco, assicurazione obbligatoria, tassa di circolazione, limiti di velocità, interdizione dalla circolazione nelle zone a traffico limitato. In Italia non esistono moti modelli omologati in tal senso, regolarmente autorizzati a poter circolare, ma vista la rapida diffusione in altri paesi europei, non è difficile immaginare che se ne potrebbe sentire parlare anche nel nostro Paese molto presto.

Ovviamente, in questo articolo, parleremo esclusivamente delle norme previste per le biciclette elettriche a pedalata assistita, ovvero quei mezzi che già nel codice della strada trovano una loro definizione ben precisa.

Bicicletta elettrica: normativa vigente in Italia

Come ormai è risaputo l’utilizzo della bici elettrica a pedalata assistita nelle nostre città è sempre più diffuso. Ma come per tutti i mezzi di trasporto a motore, seppur di supporto come nel nostro caso, bisogna rispettare delle normative, se non vogliamo incorrere in importanti e cospicue sanzioni.

Vediamo assieme cosa dice il codice della strada.

L’art. 50 del codice della strada prevede che:

I velocipedi sono i veicoli con due ruote o più ruote funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare, per mezzo di pedali o di analoghi dispositivi, azionati dalle persone che si trovano sul veicolo; sono altresì considerati velocipedi le biciclette a pedalata assistita, dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 KW la cui alimentazione è progressivamente ridotta ed infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare.

Come si evince da questo articolo del codice della strada si capisce che le biciclette elettriche o a pedalata assistita, purchè rispettino dei limiti ben precisi, di potenza e velocità, vengono equiparate in tutto e per tutto a dei normali velocipedi. Questo significa nessun obbligo fiscale né altri oneri assicurativi. La possibilità di accedere in città alle zone a traffico limitato così come alle piste ciclabili.

La legge viene in aiuto anche per quanto riguarda la possibilità di individuare quali sono i dispositivi che vanno obbligatoriamente previsti per poter circolare nel pieno rispetto delle leggi vigenti oltre che tutelando la propria sicurezza e quella degli altri.

L’articolo 9 bis del codice della strada prevede che:

Il conducente di velocipede che circola fuori dai centri abitati da mezz’ora dopo il tramonto del sole a mezz’ora prima del suo sorgere e il conducente di velocipede che circola nelle gallerie hanno l’obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità, di cui al comma 4-ter dell’articolo 162.

Tradotto in termini più pratici, tutto ciò significa l’obbligo di avere installato un dispositivo luminoso che preveda la possibilità di essere visti dagli altri mezzi. Molte bicilette elettriche ne prevedono la presenza di serie e quindi troverai una luce posteriore e una anteriore già installate.

Negli altri casi, invece, dovrai provvedere tu stesso ad acquistare modelli compatibili con la tua ebike.

Biciclette elettriche: è obbligatorio l’uso del casco?

Vogliamo con questo paragrafo rispondere a una domanda che riceviamo ormai molto spesso: è obbligatorio il casco per la bici elettrica?

Semplice.. La risposta è no!, in quanto come avete intuito dalle leggi e dai decreti appena menzionati viene equiparata a un normale velocipede.

Quindi per la bici elettrica a pedalata assistita (no speed bike o e-bike modificate) non serve il casco, l’assicurazione, il divieto di accesso alle zone a traffico limitato ecc..

 

Bicicletta elettrica: normativa relativa al trasporto di bambini

Sempre per rimanere nell’ambito di biciclette elettriche e normative, un altro aspetto interessante riguarda la possibilità di trasportare qualcuno oltre al conducente ovviamente.

Ancora una volta è il codice della strada a venire in aiuto a e fornire le indicazioni necessarie per capire quale sia il comportamento corretto da tenere.

Il comma 5 dell’articolo 182 prevede che:

È vietato trasportare altre persone sul velocipede a meno che lo stesso non sia appositamente costruito e attrezzato. È consentito tuttavia al conducente maggiorenne il trasporto di un bambino fino a otto anni di età, opportunamente assicurato con le attrezzature, di cui all’articolo 68, comma 5.

Come si vede in questo caso, pur non essendoci un riferimento di legge specifico per le biciclette elettriche, si può fare riferimento, per analogia, a quanto previsto per le normali biciclette.

Quindi stando alla normativa per le biciclette elettriche, è possibile trasportare bambini fino a 8 anni di età, utilizzando gli appositi seggiolini che è possibile agganciare alla bicicletta stessa. Questa ipotesi però, è percorribile solo nei casi in cui il modello di bicicletta elettrica preveda la possibilità di installare un seggiolino. Per questo motivo sarà consigliabile, al momento di scegliere la tua bicicletta elettrica e nel caso tu abbia la necessità di trasportare un bambino, di verificarne l’effettiva possibilità.

Come è chiaro quindi, acquistare un’e-bike non ha davvero nessuna controindicazione sul piano legislativo, e potrai continuare ad osservare le normali regole di prudenza e buon senso che già osservi circolando con la tua normale bicicletta.

Dai un’occhiata alle recensioni di bici elettriche se vuoi approfondire l’argomento e valutare l’acquisto.

Saremmo lieti di ricevere un tuo commento

      Lascia un messaggio

      Migliore bici elettrica